In queste pagine trovi Info e prenotazioni per:
Segnaliamo che allergeni possono essere presenti in alcuni piatti anche se non evidenti (piatti di mare spesso sono tirati in padella con fumetto di pesce contenente tra l’altro crostacei) vi preghiamo di segnalarci eventuali allergie ed intolleranze essendo che molti piatti possono essere creazioni estemporanee del momento | a pranzo, dal lunedì al venerdì, in aggiunta al menu alla carta | | Lasagna alla bolognese | € 10,00(Segnaliamo la presenza di sedano, lattosio e glutine) | Tortellacci ripieni di ricotta con crema di erba cipollina | € 11,00(Segnaliamo la presenza di lattosio e glutine) | 9,00 | € 14,00 (Segnaliamo la presenza di sedano, glutine e lattosio) | Gli alimenti che compongono questo piatto non contengono glutine. €10,00. Contiene lattosio | Zucchine ripiene alla bolognese | Tagliata di manzo rucola e [Grana] | Proposte di mare: | Moscardini in umido rossi con crostini di pane | Tartare di tonno con pezzetti di frutta | € 12,00(Segnaliamo la presenza di pesce, crostacei e glutine) | Chitarra alla favignanese (spaghetto di grano duro) | I fritti | Fritturina di mare del giorno | Gli alimenti che compongono questo piatto non contengono glutine €15,00(Segnaliamo la presenza di pesce e crostacei) | Il mare in forno | Gli alimenti che compongono questo piatto non contengono glutine €15,00 | Gli alimenti che compongono questo piatto non contengono glutine. €17,00(Segnaliamo la presenza di sesamo e pesce) | Parmigiana di melanzane e pesce spada | Gli alimenti che compongono questo piatto non contengono glutine. €14,00 (Segnaliamo la presenza di sedano e pesce) | € 4,00 | Patate al forno | Contorno di verdure | € 4,00 | Dessert di nostra produzione | 5,00 | 4,00 | Crema cotta con noccioline | 5,00 | 5,00 | Crema alla catalana | 5,00 | 5,00 | Cannolo di ricotta siciliano | 5,00 | Sorbetto limone e fico d’india | 4,00 | Vini bianchi | Chardonnay | Grillo Sicilia | 18,00 | Calice di vino | Vino della casa 1/2litro | 5,00 | Vino della casa 1 lt | 10,00 | Pinot Grigio Friuli | Ribolla Gialla | Nero D’Avola | 18,00 | Barbera dei colli bolognesi | € 18.00 | 20,00 | Salice salentino riserva | Vino della casa Sangiovese 1lt | 10,00 | 5,00 | Refosco | Bevande | Bibita | Caffe | 1,5 | €4,50 | le Bollicine | Prosecco extra brut DOCG e Millesimati vari | 20,00 | Papanero brut (Negroamaro, Primitivo e Lambrusco) | Cesarini sforza brut riserva | 16,00 | 10,00 | Champagne brut premier Crug | Franciacorta Conta di Castaldi | 30,00 | Capoforte Papanero millesimato delle Masserie (bollicina rossa) | Alta Langa metodo classico Fontanafredda | 30.00 | A pranzo giorni feriali € 1,5 - cena e pranzi festivi € 3,00 | In caso di intolleranze alimentari vi preghiamo di segnalarle al personale, Molti piatti pur non contenendo glutine risultano essere a rischio di una minima contaminazione essendo preparati all’interno della stessa cucina, di conseguenza con dispiacere vi preghiamo di non usufruire dei nostri servizi in caso celiachia o di altre gravi allergie. | |

il Matusel è cucina della tradizione e cucina siciliana di pesce, ogni sera dalle 19.
Siamo in centro storico a Bologna, in via delle Belle Arti, 20

Blog

Osteria Bolognese 150 nella storia di Bologna

Bologna e le sue 150 osterie dove mangiare la notte

Il termine “osteria” viene dall’antico francese oste, ostesse (secoli XII e XIII) che a sua volta deriva dal latino hospite(m).[1] Una delle prime attestazioni del termine hostaria si trova nei capitolari della magistratura dei Signori della Notte, che, come suggerito dal nome, vegliava sulla tranquillità notturna della Venezia del XIII secolo.

L’etimologia della denominazione attuale richiama la funzione del luogo che è appunto quella dell’ospitalità.

Pompei – Thermopolium

Locali simili alle osterie esistevano già nell’antica Roma chiamati enopolium, mentre nei thermopolium si servivano anche cibi e bevande caldi, mantenuti a temperatura in grandi vasi di terracotta incassati nel bancone: esempi ben conservati sono visibili presso gli scavi dell’antica Pompei.

Le osterie sorsero, come punti di ristoro, nei luoghi di passaggio o in quelli di commercio che nella fattispecie sono strade, incroci, piazze e mercati. Ben presto divennero anche luoghi d’incontro e di ritrovo, di relazioni sociali. Gli edifici, spesso poveri e dimessi, assumevano importanza in base al luogo dove sorgevano e alla vita che vi si alimentava. Il vino era l’elemento immancabile intorno al quale tutti gli altri facoltativi giravano: il cibo, le camere da letto, la prostituzione.

Già nel Trecento a Bologna si contavano ben 150 osterie. A partire dal XV secolo le osterie divennero sempre più numerose, punto di ritrovo di cittadini e intellettuali, fino a ricoprire un ruolo di aggregazione e dibattito molto importante nel tessuto sociale cittadino. Ancora oggi sono molti in città i locali improntati sull’antico concetto di osteria[2].[3]

45
ristorante Sale Grosso - Milano Marittima Cervia - pesce fresco
Ristadvisor - portale prenotazione tavolo ristoranti pizzerie e ristorazione
osteria Sa Carrera Ezza - Olbia
Ristadvisor - portale prenotazione tavolo ristoranti pizzerie e ristorazione
ristorante pizzeria Pirata del Porto Bologna
ristorante Posta Bologna, restaurant in Bologna
Terre di Macerato vini di romagna sangiovese, Imola
ristorante Franco Rossi - Bologna - ristorante storico, cucina tipica
trattoria Nonna Gigia, Bologna - cucina tradizionale
WebFirst - web agency, siti internet, social media marketing